dresscodebiz - tilancio - womanforlike

GdM E-R

I sindaci, Capelli e Braglia : ‘Vogliamo far crescere la popolazione, i giovani possono decidere di vivere nelle nostre valli’

Il sindaco di Frassinoro (Mo): ‘Vogliamo e crediamo che i giovani possano decidere di viver nelle nostre valli. Faremo il possibile per farle diventare attrattive’ sono le parole di Oreste Capelli, medico-pneumologo e sindaco del noto paese dell’appennino modenese.
La svolta per lo sviluppo delle valli del Dolo e del Dragone potrebbe passare innanzitutto da una migliore viabilità, oltre che da una forza di attrazione per i giovani, ora che lavorare non significa più recarsi ogni mattina sul luogo di lavoro, come la pandemia ci ha insegnato. Siamo nelle province dell’alto appennino modenese, con problemi di spopolamento, strutture viarie e digitali con gravi carenze. Eppure: la pandemia ha portato un nuovo sguardo sulle zone decentrate, anche di montagna. Ed anche a Palagano, Comune capoluogo di poco più di 2000 abitanti, cittadini inglesi hanno dimostrato il loro interesse per le abitazioni in vendita, presenti sul territorio. La bellezza della natura non manca nell’area, così come le caratteristiche essenziali che transitano dalla storia, con il noto eccidio di Monchio, Susano e Costrignano (Mo), fino alla recente inaugurazione dell’orami noto ‘muro’, per ciclisti appassionati di percentuali di pendenza forti.
Il sindaco, Fabio Braglia: ‘Ci identificano come il paese dei matti, abbiamo la festa dedicata ad hoc; diciamo che, a furia, di incollarci addosso questa specificità, ‘matti’ iniziamo ad esserlo per davvero’. Il paese punta ad uno sviluppo turistico, oltre che al potenziamento dei posti di lavoro. Abitare in montagna potrebbe essere una scelta di vita per i giovani che vogliono un ambiente di qualità: ‘Sicuramente le cose tanno cambiando – spiega – l’attrattività delle aree decentrate, dopo la pandemia, è cambiata: si è incrementata. Possiamo cambiare la tendenza in termini demografici’. Stessa situazione la vive Frassinoro, il Comune più alto in quota dell’appennino modenese. Circa 2000 abitanti, con la fortunata presenza della Trenton, storica azienda meccanica, che ha a Frassinoro il suo quartier generale. Proprio per la sua storicità ha di recente vinto il Cna business award, consegnato nelle mani di Carlotta Giovetti, giovane Ceo dell’azienda.

Dario Tazzioli, scultore

Un sindaco, Oreste Capelli che ci crede. ‘Io credo in questa terra. Abbiamo mille problemi da affrontare ogni giorno, ma le potenzialità sono numerose. Forse, le nuove generazioni, le giovani coppie, riescono finalmente ad apprezzare la qualità della vita che comporta vivere nelle aree di montagna, come questa’. La comunità di Frassinoro è alle prese con la riqualificazione degli immobili, prima adibiti ad usi scolastici. Il turismo è un altro punto di forza del territorio, con la frazione, tra le altre, di Piandelagotti, dove ad inizi del Novecento nacque, il primo albergo con bagno privato in camera. Una vera rarità allora. Fra i boschi di Frassinoro si trova il giovane artista: Dario Tazzioli, scultore di opere classiche rinascimentali. Un genio, al servizio di cultori da tutto il mondo. Scolpisce in mezzo alla natura e le sue opere sono apprezzate, in particolar modo da mecenati americani, innamorati del far arte tutto italiano. 
Tazzioli è un esempio di scelta del vivere in montagna. Per creare, un luogo a contatto con la natura, rappresenta la sede ideale.